Ami il nero. Ti vesti di nero, la tua macchina è nera, il tuo gatto è nero. Il tuo logo dovrebbe essere nero, giusto? Sbagliato.

Quando si inizia un progetto bisogna sempre tenere a mente l’importanza dei colori e la loro psicologia.

Nella progettazione grafica ogni colore ha un suo significato e suscita nell’osservatore determinate sensazioni ed emozioni che devono essere in linea con il messaggio che vogliamo comunicare.

Il cervello reagisce molto più velocemente alla vista di un colore che alla lettura di una sola parola.

Alcune aziende fanno del colore un loro tratto distintivo, basti pensare al rosso della Coca Cola o al blu di Facebook.

Colori distintivi di Coca-Cola e Facebook
Coca-Cola e Facebook hanno fatto del loro colore aziendale un tratto distintivo ampiamente riconoscibile

 

I colori primari sono Giallo, Blu e Rosso; dalle loro unioni nascono i colori secondari ovvero Viola, Verde e Arancione. Da lì in poi tutte le combinazioni possibili danno vita all’infinità di colori che possiamo percepire.

Il Bianco ed il Nero sono invece rispettivamente la combinazione di tutti i colori e l’assenza di colore.

Ecco uno specchietto dei principali colori sopraelencati e dei loro significati:

ROSSO: Esprime energia, passione, rabbia ma stimola anche il senso dell’appetito (avete mai fatto caso ai colori dei principali fast food?)

GIALLO: È il colore dell’ottimismo, della felicità, della spensieratezza; non a caso è stato scelto inizialmente come colore di tutte le faccine delle emoticon

BLU: Dona un senso di calma, affidabilità, sicurezza e trasparenza: per questo motivo è usato da molte grandi aziende tecnologiche e bancarie per trasmettere questo messaggio

ARANCIONE: Tende a spiccare e a dare un forte impatto visivo; esprime divertimento, creatività e amicizia

VERDE: Richiama i concetti di natura, benessere e tranquillità ed è infatti ampiamente usato nelle identità di studi medici e centri benessere

VIOLA: Esprime regalità, raffinatezza, prosperità e spesso richiama alla spiritualità; non è usato spesso come colore principale ma come secondario

BIANCO: Il colore neutrale per eccellenza ma non per questo trascurabile; grazie alla sua universalità si sposa bene con la maggior parte dei colori e suscita purezza, pulizia, perfezione e semplicità

NERO: È un colore neutrale al pari del bianco e, proprio come il suo opposto, questo lo rende uno tra i più usati. Richiama stabilità, eleganza ed autorità.

 

Se hai trovato interessante questo articolo, puoi condividerlo, lasciare un commento o seguirmi su Instagram per restare aggiornato su aggiornamenti e tutorial come questo.
Se invece sei interessato a lavori di progettazione grafica, puoi contattarmi per raccontarmi quello che di cui hai bisogno.