Per un’azienda o un’attività essere presenti ed attivi sui social media non può più essere considerato un fattore di secondo piano, ma vera e propria parte integrante di una più ampia e completa strategia di comunicazione.

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente, non hai mai dato troppo peso a tutto ciò, e vuoi sapere qualcosa in più su come migliorare la tua immagine aziendale online.

Ecco allora per te una piccola lista di 5 accorgimenti che puoi mettere in pratica per dare uno sprint ai tuoi profili social professionali.

 

 

1. CHIAREZZA E COERENZA

Per prima cosa il nome delle tue pagine social deve corrispondere al nome della tua azienda o attività e chiaramente deve essere lo stesso per tutti i social network. Cerca di evitare differenziazioni tra un social e l’altro: chi ti cerca deve essere in grado di trovarti rapidamente associando al tuo nome le tue pagine social. Coerenza è la parola chiave.

Se impostare il nome esatto della tua azienda ai tuoi profili non crea problemi su Facebook o LinkedIn (in quanto su questi social possono esistere più pagine con lo stesso nome), su social come Instagram (dove occorre utilizzare uno username univoco), questo può creare qualche intoppo. In caso trovassi già occupato il nome che avevi in mente per il tuo profilo, puoi provare ad aggiungere, all’inizio o alla fine, la dicitura “official”, oppure il settore di competenza. Ecco un paio di esempi validi che hanno adottato questa soluzione.

 

 

Sia la Roma che l’Adidas utilizzano le diciture aggiuntive nel loro username

 

Evita numeri e simboli come underscore, trattini e punti. Creano confusione e non risultano professionali. L’unica ragione per la quale potresti inserire un numero in coda al tuo username potrebbe essere per aggiungere l’anno di nascita della tua azienda, ma è una soluzione che comunque mi sento di sconsigliarti in quanto potrebbe risultare valida solo per alcune tipologie di attività (come ad esempio attività “storiche”).

 

 

2. PRIVILEGIA LA QUALITÀ ALLA QUANTITÀ

Ho iniziato questo articolo dicendo che essere attivi sui social è fondamentale per un’azienda e lo confermo, ma non c’è bisogno di imitare Chiara Ferragni


Decine di post al giorno non sono necessarie e, per quanto tu possa pubblicare contenuti interessanti, alle lunghe rischiano di stancare l’utente medio. 


Privilegia sempre la qualità dei contenuti rispetto alla quantità. Se non hai un buon contenuto da pubblicare non devi per forza farlo. Meglio un post in meno, ma più interessante, che un post in più noioso.

 

 

3. NON IMPROVVISARE

Probabilmente avrai anche tu un tuo profilo social personale dove sei libero di pubblicare ciò che vuoi, e non ti biasimo! Anch’io uso il mio profilo personale per pubblicare post della mia vita di tutti i giorni dove sono più libero di essere me stesso: d’altronde i social sono il nostro alter ego virtuale!

Nel caso di un social network aziendale il discorso pero è diverso: non si può lasciare spazio all’improvvisazione pubblicando tutto ciò che ci viene in mente. Sarebbe buona norma preparare un piano editoriale, a cadenza mensile o bimestrale, dove programmare tutti i post che vogliamo pubblicare.

Crea dei contenuti interessanti che invoglino un utente a contattarti, o quanto meno a seguirti. E nello stilare i contenuti tieni sempre a mente che si parla della tua azienda, non di te: concentrati sui prodotti o servizi che offri, ma senza risultare pesante. Ogni tanto infatti qualche post “off-topic” è più che gradito e ti aiuterà a stringere un legame più profondo a livello umano con i tuoi contatti.

 

 

4. L’ABITO (NON) FA IL MONACO

Mi capita spesso di vedere profili aziendali con immagine del profilo e di copertina completamente scoordinate, o immagini di bassa qualità che risultano pixelate, oppure tagliate male. Niente di meglio se si vuole dare un’immagine aziendale improvvisata e poco professionale… ma non penso che tu voglia questo 🙂

Nell’ambito dei social media, e più in generale della comunicazione, l’abito fa il monaco!

Attenzione: non sto dicendo che bisogna dare un’immagine efficace e poi essere privi di contenuti; ovviamente le cose devono andare di pari passo.

Mostrare però un’immagine coerente e professionale però, ti mette già in posizione di vantaggio rispetto a chi non cura l’aspetto grafico-comunicativo.

 

Dimensioni attuali dell’immagine di copertina Facebook. Fonte: BeWe

Forse non lo sai ma ogni social ha delle regole ben precise in materia di immagini; ci sono delle dimensioni da seguire (e purtroppo cambiano spesso!) per evitare che le tue immagini risultino tagliate o troppo piccole. Per questo ti rimando a questo interessante articolo che ti elenca tutte le dimensioni attualmente valide per le immagini dei social network.

 

 

5. CONTENUTI ORIGINALI

Dopo aver inizializzato e reso coerente il tuo profilo (1), aver creato un piano di pubblicazione di contenuti di qualità (2-3) ed aver impostato correttamente le immagini fondamentali (4), è importante la creazione e la pubblicazione di questi contenuti.

Chiunque abbia un minimo di dimestichezza è in grado di cercare su Google un’immagine attinente al post che sta per pubblicare, e inserirla a corredo del contenuto. Ma non è questo quello che intendo quando parlo di contenuti originali.

Mi riferisco alla creazione di contenuti digitali pensati su misura per i tuoi profili aziendali, con la scelta giusta della tipologia a seconda del social di riferimento. Grafiche personalizzate, banner, infografiche ed altre tipologie di contenuti personalizzati permettono di distinguerti da chi pubblica una scialba foto presa da Google e di mostrare un’immagine aziendale interessante e professionale.

 

 

Se hai trovato interessante questo articolo, puoi condividerlo, lasciare un commento in basso con il tuo pensiero o contattarmi in caso avessi bisogno di una mano con la creazione di contenuti digitali per i tuoi profili social.